ven 22 giugno 2018
HomepageHome | Mappa sitoMappa sito 
PRESTAZIONI | SEDI E CONTATTI | MEDICI | FARMACIE | STRUTT. ACCRED. | TEMPI ATTESA  
Azienda
 » Presentazione
 » Struttura e ruolo
 » Direzione strategica
 » Dipartimenti
 » Distretti
 » Programmazione
 » Progetti
 » Trasparenza
 » Regolamenti
 » Codice etico
 » Codice comportamentale
 » Comitato Unico di Garanzia
Servizi ai cittadini
 » Carta dei servizi
 » Il medico e il pediatra
 » Tessera sanitaria CRS
 » Prenota esami in Farmacia
 » Assistenza alla gravidanza
 » Vaccinazioni
 » Dipendenze
 » Consultori familiari
 » Disabili
 » Anziani
 » Assistenza farmaceutica
 » Nucleo Malattie Rare
 » Conciliazione tempi di vita e lavoro
 » Promozione della Salute
 » Screening oncologici
 » Famiglie fragili
 » Percorso nascita - Carta dei Servizi
 » Cure Intermedie
 » Disturbo Specifico dell'Apprendimento (DSA)
 » Comunità Amica dei Bambini
 » Protezione Giuridica
Servizi alle aziende
 » Sicurezza luoghi di lavoro
 » Allevamenti e zootecnia
 » Servizio Igiene e Alimenti
 » Visite fiscali
 » Igiene edilizia
 » DIAP
 » Assistenza alle imprese
 » Impiantistica
Servizi sul territorio
 » Archivio Prestazioni ASL
 » Medici di famiglia
 » Farmacie e turni
 » RSA - Case di riposo
 » Strutture accreditate
 » Protesica (Prescrittori e Fornitori)
 » Laurea Assistenza Sanitaria
Servizi online
 » Visite fiscali
Albo Pretorio
 » Albo online ATS
News e Media
 » Ufficio Stampa
 » Archivio eventi e news
 » Archivio modulistica
 » Pubblicazioni
 » Archivio documenti
 » Scioperi ed adesioni
Bilanci aziendali
 » Bilanci aziendali
Concorsi e avvisi
 » Concorsi e avvisi
Gare
 » Gare
 » Albo fornitori
Contatti
 » URP
 » URP - Modulo online
 » UPT - Ufficio Pubblica Tutela
 » Emergenza Veterinaria
Amministr. Trasparente
 » Amministrazione Trasparente
 » Disposizioni generali
 » Organizzazione
 » Consulenti e Collaboratori
 » Personale
 » Bandi di concorso
 » Performance
 » Enti controllati
 » Attività e procedimenti
 » Provvedimenti
 » Controlli sulle imprese
 » Bandi di gara e contratti
 » Sovvenzioni, contributi, sussidi, vantaggi economici
 » Bilanci
 » Beni immobili e gestione patrimonio
 » Controlli e rilievi sull'amministrazione
 » Servizi erogati
 » Pagamenti dell'amministrazione
 » Opere pubbliche
 » Pianificazione e governo del territorio
 » Informazioni ambientali
 » Strutture sanitarie private accreditate
 » Interventi straordinari e di emergenza
 » Altri contenuti
Area riservata
 » Accedi
« Indietro | Sei in: Azienda > Trasparenza > Accesso agli atti

Accesso agli atti

ACCESSO AGLI ATTI
 
Cos'e il diritto di accesso
E’ il diritto degli interessati di prendere visione e di estrarre copia di documenti amministrativi formati o detenuti stabilmente dall’ASL di Cremona.
 
Chi sono gli interessati
Gli interessati sono tutti i soggetti privati, sia singoli che associati, compresi quelli portatori di interessi pubblici o diffusi, che abbiano un interesse diretto, concreto ed attuale, corrispondente ad una situazione giuridicamente tutelata e collegata al documento di cui si chiede l’accesso.
 
Chi sono i controinteressati
La legge prevede che l’Amministrazione a cui è rivolta la richiesta di accesso agli atti debba individuare se ci sono soggetti che dall’esercizio dell’accesso vedrebbero compromesso il loro diritto alla riservatezza. Agli stessi è tenuta a dare comunicazione in merito alla richiesta pervenuta. Entro dieci giorni dalla ricezione della comunicazione, i controinteressati possono presentare motivata opposizione. Decorso tale termine, la pubblica amministrazione provvede sulla richiesta.
 
Cosa si intende per documento amministrativo
La legge definisce “documento amministrativo” ogni rappresentazione grafica, fotocinematografica, elettromagnetica o di qualunque altra specie del contenuto di atti, anche interni o non relativi ad uno specifico procedimento, detenuti da una pubblica amministrazione e concernenti attività di pubblico interesse, indipendentemente dalla natura pubblicistica o privatistica della loro disciplina sostanziale.
 
Come si esercita il diritto di accesso
Il diritto di accesso può essere esercitato, previa richiesta motivata, mediante visione del documento, estrazione di copia o utilizzando congiuntamente tali due opzioni, secondo le seguenti modalità.
 
Modalità informale: mediante richiesta, anche verbale, al Responsabile del Servizio Aziendale competente a formare l’atto conclusivo del procedimento o a detenerlo stabilmente. L’accesso informale è consentito qualora in base alla natura del documento richiesto non risulti l’esistenza di controinteressati.
Il richiedente deve indicare gli estremi del documento oggetto della richiesta, ovvero gli elementi che ne consentano l’individuazione e specificare l’interesse connesso all’istanza, dimostrare la propria identità e, ove occorra, i propri poteri di rappresentanza.
La valutazione se ammettere o meno l’accesso in via informale spetta al Responsabile del Servizio interessato.
 
Modalità formale: qualora non sia possibile l’accoglimento immediato della richiesta o sia necessario compiere una valutazione più approfondita sull’interesse manifestato dal richiedente, ovvero sorgano dubbi sulla legittimazione del richiedente, sulla sua identità, sui suoi poteri rappresentativi, sulla sussistenza dell’interesse all’accesso, sull’accessibilità del documento o sull’esistenza di controinteressati, è necessario presentare richiesta scritta.
Allo scopo può essere utilizzato il fac-simile di domanda riportato in fondo alla pagina
In caso di delega deve essere allegata anche la copia del documento di identità del delegante
 
Nella richiesta formale devono essere indicati gli estremi del documento di cui si chiede l’accesso ovvero gli elementi che ne consentano l’individuazione. Inoltre deve essere specificato e, ove occorra, comprovato, l’interesse connesso all’oggetto della richiesta e deve essere dimostrata la propria identità o i propri poteri di rappresentanza del soggetto interessato.
 
Il Responsabile del procedimento di accesso è il dirigente/funzionario responsabile dell’articolazione aziendale competente a formare l’atto conclusivo o a detenere stabilmente il documento.
 
A chi si presenta la domanda
La domanda deve essere presentata, anche per via telematica, al Servizio dell’ASL che detiene i documenti oggetto della richiesta di accesso.
 
Per eventuali informazioni in merito all’individuazione del Servizio competente, è possibile rivolgersi all’Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP ) – Via San Sebastiano, 14 - Cremona
tel. 0372 497215 - fax 0372 497243 - e mail: urp@aslcremona.it
 
Accoglimento o diniego della richiesta
Nel caso di accesso esercitato in via informale la richiesta viene di norma soddisfatta immediatamente, senza particolari formalità.
Nel caso di accesso formale il procedimento deve concludersi entro 30 giorni dalla ricezione dell’istanza, fatti salvi i casi di sospensione o differimento.
Decorsi inutilmente 30 giorni dalla ricezione della richiesta di accesso, questa si intende respinta.
 
Cosa fare in caso di diniego della richiesta
In caso di diniego all’accesso, espresso o tacito, nonché in caso di differimento, il richiedente può presentare ricorso, nei trenta giorni successivi al ricevimento della relativa comunicazione, ovvero nei 30 giorni successivi alla formazione del silenzio rifiuto, al Difensore Civico o al TAR competenti per territorio.
 
Costo copie
Salve le disposizioni vigenti in materia di bollo, per il rilascio di copie è dovuto il rimborso del costo di riproduzione, nonché i diritti di ricerca e visura, così determinati:
diritti di ricerca e visura: quota fissa di € 5,00;
costi di riproduzione cartacea: € 0,30 per ogni facciata fotocopiata (sia in formato A3 che A4);
costi di riproduzione su supporto elettronico: € 5,00 su CD o su DVD.
 
Accesso a dati sensibili e giudiziari
Le richieste di accesso a documenti contenenti dati sensibili (dati idonei a rivelare l’origine razziale ed etnica, le convinzioni religiose, filosofiche, le opinioni politiche, l’adesione a partiti, sindacati, nonché dati giudiziari (dati idonei a rivelare provvedimenti in materia di casellario giudiziale, di carichi pendenti o la qualità di indagato o di imputato) presentate da soggetti diversi dall’interessato, devono essere motivate e formali.
Tali documenti sono accessibili solo nei limiti in cui la conoscenza degli stessi sia strettamente indispensabile per la tutela e la difesa degli interessi del richiedente.
Nel caso in cui la richiesta sia diretta a conoscere il contenuto di documenti concernenti dati idonei a rivelare lo stato di salute e la vita sessuale (dati supersensibili), l’accesso è consentito solo se la situazione giuridicamente rilevante che si intende tutelare con la richiesta di accesso è di rango almeno pari al diritto dell’interessato, ovvero consista in un diritto della personalità o in un altro diritto o libertà fondamentale e inviolabile.
 
Casi di esclusione dal diritto di accesso
I casi di esclusione dal diritto di accesso sono disciplinati dal Regolamento aziendale.
Si richiamano alcune situazioni:
  • atti coperti da segreto per espressa disposizione di legge;
  • rilevazione di notizie delle quali l’autorità competente abbia vietato la divulgazione;
  • notizie e/o documenti protetti da segreto epistolare, da segreto professionale, da segreto scientifico o da segreto industriale o commerciale;
  • documenti la cui conoscenza da parte di terzi possa pregiudicare il diritto alla riservatezza di persone, gruppi o imprese;
  • gli atti o documenti riguardanti rapporti informativi ed ispettivi richiesti da organi ministeriali, regionali, comunali, giudiziari e dall’autorità di pubblica sicurezza a questi trasmessi, salva disposizione o autorizzazione al rilascio proveniente dagli organi stessi.
 
Norme che regolano il diritto di accesso
  • legge 7.8.1990, n. 241 “Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi”
  • D.P.R. 12/4/2006 n. 184 “Regolamento recante disciplina in materia di accesso ai documenti amministrativi”
  • Regolamento Aziendale approvato con deliberazione n. 538 del 26.10.2011

documentidocumenti
     Fac simile delega accesso agli atti Moduli   » Vai
     Fac simile domanda accesso agli atti Moduli   » Vai
torna a inizio pagina  
© 2005-2018 ATS Val Padana - Sede territ. di Cremona - Tutti i diritti riservati
Centralino: 0372 4971 | email generale: dirgen@aslcremona.it
PEC: protocollo@pec.ats-valpadana.it | P.IVA e C.F. 02481970206
Sede legale: Via dei Toscani, 1 - 46100 Mantova